Anime dello Spoon

Titolo
Anime dello Spoon
dall’Antologia di Spoon River di Edgar Lee Masters

 

Ideazione e Regia
Enzo Marangelo

 

Personaggi e Interpreti
Arcibald Higbie - Marina Amabile
Dorcas Gustin - Pierluigi Toro
Harold Arnett - Nicola Palladino
La Signora Bliss - Fortuna Montone
Jonnie Syre - Francesco Diana
Paul Mc Neely - Sergio Saponara
Sarah Brown - Tiziana Maio
Edmund Pollard - Francesco Savastano
Dippold L'Ottico - Valentina Mastrangelo
Theodore Il Poeta - Gerardo Santaniello
Walter Simmons - Manuel Speziale

 

Luci e musiche
Massimo Caiafa

 

Area tecnica
Luigi Grosso

Note di regia
Le Anime dello Spoon si raccontano dopo anni di abbandono al nulla che le ha rese aria, nel corpo e nella parola, e corde vibranti nella durezza di una pietra. Anime bianche, verdi, indaco: suoni striduli, fischi, scritture su pietre aguzze, lisce, appuntite; perché l'anima urli, sia tangibile, abbia lacrime di schegge e sorrisi di carezze. Edgar Lee Masters pubblica il suo capolavoro nel 1915 alle porte del conflitto mondiale e del neorealismo, americano e non solo. Costruisce così un racconto corale, atto di accusa contro le ipocrisie e gli intrighi della società americana neopuritana. Questi emarginati ritornano a noi per trasferirci il dualismo che vive in chi ha oltrepassato l'hic et nunc conservando ancora l'implacabilità della propria essenza. Sepolti lungo il fiume della loro esistenza, hanno lavato via con lo scorrere dell'acqua la vergogna soffocata, l'ambizione tradita, l'affanno disilluso, l'inadeguatezza del poeta. Ma quelle pietre rimbombano di una presenza che, in ultimo, in quel processo di metamorfosi che è perpetuo e naturale all'umano, disegnerà piccole luci a lasciare segmenti del proprio vissuto.

SpoonRiver1 SpoonRiver2 SpoonRiver3 SpoonRiver4