Quad Geometrie Esistenziali

Titolo
Quad
di S. Beckett

 

Geometrie esistenziali

di Enzo Marangelo

 

Ideazione e Regia
Enzo Marangelo

 

Personaggi e Interpreti Quad:
A - Nicola Palladino
B - Manuel Speziale
C - Pierluigi Toro
D - Sergio Saponara

 

Personaggi e Interpreti Geometrie Esistenziali

Quadrato - Marina Amabile
Triangolo scaleno - Tiziana Maio
Semicerchio - Emilia Mancini

Rettangolo - Gerardo Santaniello

Quadrato - Marco Stinga 

Triangolo isoscele - Francesco Savastano

  

Luci e musiche
Massimo Caiafa, Luigi Grosso, Alfredo Micoloni

 


Note di regia


Quad, abbreviazione di “quadrato” è un lavoro per 4 mimi scritto da Samuel Beckett per la televisione tedesca Süddeutscher Rundfunk  trasmesso in prima mondiale nell’ottobre del 1981. Usato come esercizio durante il terzo laboratorio sul corpo dell’attore, l’evolversi della sperimentazione mi ha indotto a portarlo sulla scena. Il testo nel corso delle riprese televisive subì diversi cambiamenti apportati dallo stesso Beckett, dai costumi alle luci, dall’accompagnamento dei passi con suoni di percussioni alla stessa modalità di ripresa. Circa il contenuto e le esemplificazioni apportate, le rimetto alla vostra  più istintiva reazione.

Note di regia Geometrie Esistenziali

Un'origine tutta pratica è quella della geometria: dal greco gea, terra, e metrein, misurare, il termine descrive l'attività dei primi geometri che misuravano le dimensioni dei campi e utilizzavano diagrammi per rappresentare le proprie rilevazioni e i diversi progetti. La geometria è la disciplina delle costruzioni, delle proprietà, delle relazioni sussistenti tra punti, linee, angoli, curve, forme e solidi. Ben presto i Pitagorici notarono la relazione che sussiste tra le figure geometriche e i numeri e tra i numeri e la realtà: per loro la matematica fu il linguaggio attraverso il quale poter interpretare il mondo. Geometrie Esistenziali scaturisce da improvvisazioni sul corpo relative ad uno stato d'animo legato, forse imprigionato, nella propria esistenza quotidiana. Dopo un training psicofisico, l'attore ha costruito una forma geometrica d'appartenenza, uno strumento musicale non convenzionale, delle parole. Gli stati d'animo in ordine di esecuzione sono:

Quotidianità come ripetitività, ansia, paura, rabbia, oppressione, noia, euforia, caos, castrazione mentale, depressione.

 

Quad GE 1Quad GE 3Quad_ge_3 Quad GE 5Quad GE 6Quad GE 8Quad GE 9 Quad GE 7